lunedì 16 agosto 2010

A Maroni ed Alfano vorrei dire........

Maroni e Alfano ieri hanno sostenuto che un governo guidato da un partito che non ha vinto le elezioni sarebbe incostituzionale (?) perché violerebbe l'articolo 1 della Carta fondamentale che dà al popolo la sovranità e il POPOLO SOVRANO con l'indicazione del nome sulla scheda avrebbe formulato una scelta insindacabile.
Peccato che l'articolo 67 della stessa Costituzione svincola da qualsiasi mandato ogni membro del Parlamento nell'esercizio delle sue funzioni e che lo stesso articolo 1 (nel prosieguo volutamente ignorato dai due ministri) afferma che il popolo esercita la sovranità "nelle forme e nei limiti della Costituzione".
Ma vorrei ricordare ai due ministri che anche il famoso Porcellum, ossia la legge elettorale vigente (legge 21 dicembre 2005, n. 270), all'articolo 5, comma 3,  indica il nome sulla scheda non come Premier, bensì solo come "unico capo della coalizione" e lascia intatte le prerogative del Capo dello Stato sulla scelta e nomina del presidente del Consiglio come ben si vede qui sotto:

"3. Contestualmente al deposito del contrassegno di cui all'articolo 14, i partiti o i gruppi politici organizzati che si candidano a governare depositano il programma elettorale nel quale dichiarano il nome e cognome della persona da loro indicata come capo della forza politica. I partiti o i gruppi politici organizzati tra loro collegati in coalizione che si candidano a governare depositano un unico programma elettorale nel quale dichiarano il nome e cognome della persona da loro indicata come unico capo della coalizione. Restano ferme le prerogative spettanti al Presidente della Repubblica previste dall'articolo 92, secondo comma, della Costituzione."

Lasciamo quindi al Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano il suo mestiere......


1 commento:

marcoboh ha detto...

certamente: altrimenti il porcellum sarebbe incostituzionale.
anche se qualche dubbio di incostituzionalità mi resta comunque.