giovedì 10 giugno 2010

Comunicazione. Bersani, non ci siamo!!!

Perché dar ragione a Gasparri? Che senso ha uscire dall'Aula del Senato e non partecipare al voto? I senatori sono eletti per partecipare, non per stare sull'Aventino. Miglior figura ha fatto la Bonino con il suo "convinto no!".
Perché dar Ragione a Berlusconi quando dice che portare a compimento un disegno di legge con queste regole è un inferno? Che senso ha ribattere "Se non ti piace la Costituzione, vattene!"?
Tutti sappiamo che i regolamenti parlamentari sono da perizia psichatrica. Non era meglio cogliere la palla al balzo ed invitarlo ad elaborare insieme un progetto che modifichi il continuo passaggio (4  volte almeno) di un testo fra Commissioni e Aula? Lo avreste spiazzato e un suo probabile rifiuto avrebbe fatto gioco.

1 commento:

Angie ha detto...

quanti perchè: infatti, bisogna analizzare il motivo per cui si cercano delle scuse per non partecipare (piuttosto che far vedere che si dà un voto contrario!)... secondo me anche i suoi non sanno più come fermarlo, il premier, e sicuramente può essere impreparato ma, per quello che ne capisco io del nostro diritto "democratico" (i tanti passaggi dovuti alle modifiche), se uno fa un giuramento si deve attenere a quello!
e non esiste, se sei all'opposizione: elaborare "insieme", o no?