lunedì 13 luglio 2009

Rodotà e il dovere della chiarezza

Stefano Rodotà è una delle menti più lucide del panorama politico italiano:
bello il suo articolo che trovate qui:

E lancia anche una nota di speranza:
"E' così emersa, inaspettatamente, la forza d'una opinione pubblica che si pensava ormai indifferente o addirittura dissolta, incapace di avere reazioni politicamente significative"

3 commenti:

Nikka ha detto...

Grazie Saverio per aver segnalato questo bell'articolo... e sono assolutamente d'accordo con te meglio Beppe Englaro ... meglio Marino

Miranda ha detto...

Letto oggi al mare su Repubblica. Mi era piaciuto molto anche quello precedente che distingueva tra moralismo e moralità. Condivisibile ed equilibrato.

Saverio Fulci ha detto...

Nikka, certo, fra i due Beppe non c'è storia su chi scegliere.
Miranda, bello il mare oggi, vero?